Il clima impatta i consumi

Il mercato dell’acqua minerale nel canale moderno

Il mercato dell’Acqua Minerale Confezionata in GDO (Iper, Super e Libero Servizio Piccolo) nei primi 8 mesi del 2016 mostra un calo rispetto al 2015 sia in termini di volumi che di fatturato.

Tale calo è ascrivibile ad una stagione climatica meno favorevole nel 2016, che presenta i risultati a circa 4.8 Miliardi di litri (-1.2%) e circa 1.1 Miliardi di Euro (-0.8%).

Quello dell’acqua è un mercato particolarmente variabile dove il risultato di trend è fortemente legato al fattore climatico. Lo scorso anno, l’ottima stagione estiva del trimestre giugno-agosto è stata una determinante del risultato del consuntivo 2015; tale risultato sta gravando sul risultato del progressivo 2016.

Il trend negativo del 2016 è infatti trasversale a tutte le bevande analcoliche, anche se l’acqua è la categoria che soffre di meno. Questo perché l’acqua minerale viene considerata dagli italiani una bevanda non solo di necessità, ma soprattutto più salutare rispetto a bibite, iced tea e bevande alla frutta che hanno un vissuto più edonistico. Senza dimenticare inoltre che l’acqua minerale nel nostro Paese costa poco ed è pertanto più accessibile.

 

Scarica il PDF completo​ «